GUADAGNO DI SUPERFICIE CALPESTABILE

feb 08, 2016

cobowood

X-LAM

0

Le normative in vigore impongono di costruire gli edifici contenendo il consumo di energia anche mediante un adeguato isolamento dell’involucro.

Una parete esterna composta da cappotto in fibra di legno, x-lam e controparete interna in fibrogesso, che raggiunge uno spessore totale di 33 cm, ha lo stesso valore di resistenza termica di una parete tradizionale in laterizio e cappotto in EPS di spessore pari a circa 55 cm.

Tralasciamo, per quanto molto importanti, gli aspetti relativi ai ponti termici puntuali, all’isolamento termico estivo, alla tenuta all’aria, alla salubrità,ecc… (riguardo ai quali una parete in x-lam è sempre più performante rispetto ad una in edilizia tradizionale) e focalizziamoci esclusivamente sulla trasmittanza termica nel periodo invernale.

Se vengono raffrontate due unità immobiliari di uguale superficie lorda (156 mq) ma realizzate una in edilizia tradizionale con tamponatura in laterizio e l’altra in x-lam, si  determina facilmente che la superficie effettiva calpestabile e fruibile di un edificio in x-lam è maggiore di circa il 10%.

Infatti, come si può vedere dall’esempio grafico, l’unità in laterizio ha una superficie calpestabile di 119 mq mentre quella in legno di 131 mq, comportando così un guadagno di ben 12 mq (superficie evidenziata in verde).

Post by cobowood

Comments are closed.